L’Agente.

imageAl teatro UTS – Upter Teatro Studio di Roma (via Portuense 102), mercoledì 2 e giovedì 3 luglio, va in scena L’Agente.

E’ una commedia agrodolce con scene esilaranti intervallate da monologhi in rima ricchi di sensibilità che svela il riflesso della crisi nella testa e nel cuore di un giovane uomo che potrebbe essere ognuno.

Il protagonista non ha nome, ma solo un numero identificativo “4021”. Non ha amici, non ha una vita sociale, non ha nessun hobby. E’ un agente di commercio che passa in macchina in giro per la città la maggior parte del suo tempo.
È solo e disperato e sta per mettere fine alla sua vita, ma qualcosa lo ferma, non ne ha il coraggio.
Esce di casa e torna a vivere quel che resta della sua esistenza, ancora non sa che quello che sta per vivere sarà il giorno più nero.

Così incontra Agostino, il proprietario di uno dei locali che serve, che diventerà l’unico ostacolo al ritiro delle numerose fatture non pagate. Ma Agostino non pensa minimamente di tener fede ai debiti conseguiti, e si rifiuta di saldarli. L’Agente non vede più un futuro; cade in un sonno profondo in cui rivive gli episodi più significativi della sua vita. Al suo risveglio tutto è uguale eppure qualcosa è cambiato: lui!
Ha commesso un’azione da cui non può più tornare indietro e, a breve, ne commetterà un’altra ancora peggiore…

Lo spettacolo è scritto da Simone Pulcini (in collaborazione con Viviana Lentini e Elisa Billi) e diretto da Viviana Lentini, con Simone Pulcini, Elisa Billi, Francesco Cotroneo, Roberto Di Marco, Edoardo La Rosa.

Condividi questo articolo!