Una finestra sul nuovo

giurati veneziaAlla conferenza stampa di presentazione della 71esima Mostra Internazionale di Arte Cinematografica di Venezia due “sedie vuote”. Non quelle del presidente della Biennale, Paolo Baratta, e del direttore, Alberto Barbera, ma quelle lasciate
simbolicamente vuote tra quelle della Giuria internazionale di Venezia 71, per la regista e attrice iraniana Mahnaz Mohammadi e per il regista ucraino Oleg Sentsov, entrambi in prigione, in Iran e in Russia.

Le sedie di questi due giurati saranno lasciate vuote durante i lavori della Giuria per l’intera durata della Mostra, a simboleggiare la loro assenza e la solidarietà che la Mostra vuole loro dimostrare.

luisa ranieriNel frattempo sulla spiaggia del lido, la madrina Luisa ranieri, ha incatanto i fotografi con la sua bellezza ‘sfilando’ davanti all’Excelsior in gonna trasparente nera, camicia bianca e capelli raccolti. Una bellezza mediterranea, un simbolo affascinante del cinema italiano. Emozionata e un po’ impaurita si affida a due talismani: il corno da cui non si separa, da buona napoletana, e un ombrello.

luisa ranieri1Alexandre Desplat, presidente di giuria del concorso Venezia 71, prende la parola durante la conferenza stampa spiegando la sua idea di festival: “Lo scopo delle rassegne cinematografiche è quello di aprire una finestra sul nuovo, su quei film che sorprendono”. La Giuria di Venezia 71, assegnerà il Leone d’oro per il miglior film e gli altri premi ufficiali della 71esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia il prossimo 6 settembre.

napolitano

Il Presidente Giorgio Napolitano arriva al Lido

Condividi questo articolo!